Home > Cultura > Kata > Pinan nidan

Pinan Nidan Immagine

PINAN (kata dal significato: "Pace dello spirito")

NI (due, secondo)

DAN (grado, livello)

ORIGINE: I cinque kata Pinan sono stati creati ad Okinawa nel 1907 da Anko Itosu Sensei (Shuri-te) per i principianti, a partire da antichi kata (Kushanku, Bassai, Jion...) ritenuti troppo complessi per un'ampia divulgazione. Il Maestro Gichin Funakoshi, fondatore dello stile Shotokan, li riprese e con qualche modifiche li chiamò "Heian", secondo la pronuncia giapponese degli ideogrammi di Pinan. (Heian, Pinan in cinese, stato di pace e di calma). Dopo il 1930 il Maestro Hironori Otsuka, essendosi separato dal Maestro Gichin Funakoshi, con il quale aveva iniziato ad imparare il Karate, creò il Wado Ryu ribattezzando i 5 kata: "Pinan" e tornando, ma solo in parte, alla loro antica configurazione. Nel Wado Ryu si debutta col secondo in quanto ritenuto dal Maestro il più comprensibile dei cinque.

Tecnica: Introduzione all'anticipo. Le parate non sono mai eseguite sul posto ma in anticipo verso l'avversario o in arretramento. La tua gamba più vicina gli va incontro scivolando per impedire la conclusione dell'attacco, o spostandosi in obliquo con possibilità di contatto con la sua gamba anteriore per sbilanciarlo, oppure arretra per allontanarsi dall'attacco (6-7 in questo caso vengono eseguite due parate con un unico spostamento). Solo in 5, con un passo indietro, utilizzi la gamba più lontana all'avversario per lo spostamento. Studio della stabilità. Le tecniche rimangono semplici e ripetitive. I contrattacchi sono lineari o con forte rotazione delle anche, con un passo avanti o scivolando con la gamba anteriore verso l'avversario. Il ritmo è sostenuto e cadenzato tranne che in fig. 20 e 23 dove il movimento può essere più fluido ed accompagnato. Le pause sono leggermente più lunghe dopo i contrattacchi ed alla fine delle combinazioni; dopo il KIAI aspetta d'aver ripreso fiato prima di continuare. Espirazione corte e bloccata forte a fine movimento tranne che in fig. 20 e 23 dove può essere lunga e poi bloccata.